Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rassegna Stampa
 
 



The Wall Street Journal
Diplomacy Is Working on North Korea
Condoleezza Rice

La Corea del Nord ufficializzerà presto il suo programma nucleare, le strutture ed I dispositivi in suo possesso. Si tratta di un passo importante, per quanto solo iniziale, che noi chiediamo di poter verificare come completo ed accurate. Mentre l'attenzione è concentrata sulla nostra strategia diplomatica, è importante tenere in mente due cose. La prima, che è attraverso la strategia diplomatica che abbiamo intrapreso se siamo oggi in grado di avere accesso ad informazioni sul regime di Pyongyang che prima non conoscevamo. La seconda, che questa politica è lo strumento migliore con il quale raggiungere l'obbiettivo di rimuovere la minaccia rappresentata dal programma militare nucleare della Corea del Nord.
 
The Times
Cheer up. We're winning this War on Terror
Gerard Baker


In Gran Bretagna, come negli Usa e in Europa non si fa che alimentare il pessimismo sul presunto fallimento della Guerra al terrorismo. Ma sia in Afghanistan sia in Iraq I fatti dicono esattamente il contrario. I Talebani sono in grave difficoltà e in Iraq l'offensiva estremista è stata depotenziata dalla strategia politico-militare della coalizione. Invece di cullarsi in un disperato pessimismo, la domanda che ci si dovrebbe porre è se senza l'intervento militare il mondo sarebbe oggi al riparo dal rischio di nuovi attentati jihadisti.
 

Data:





iraq   cina   mccain   america   storia   india   energia   italia   crisi   medvedev   geopolitica   clinton   iran   francia   gran bretagna   labour   obama   ambiente   rubriche   economia   cultura politica   medio oriente   democrazia   europa   sarkozy   berlusconi   putin   siria   bush   nucleare   onu   hamas   ue   blair   afghanistan   terrorismo   russia   stati uniti   occidente   sicurezza   politiche sociali   diritti umani   nato   brown   israele   critica sociale   ahmadinejad   usa