Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 1
 
 


1996,
Numero 1/2

FILIPPO MANCUSO: BORRELLI POTREBBE SAPERE

di Simona Bellamio

Un 'intervista un po ' particolare quella con il dott. M ancuso. Da una parte un giornalista alla ricerca di affermazioni che, fatte dall'uomo pi¨ affida bile che si sia occupato di giustizia negli ultimi tempi, avrebbero acquistato lo spessore di v eritÓ inconfuta bili. Dall'altra un avv ocato che con le sue risposte molto laconiche lascia lo spazio necessario a chi vuole capire v eramente ci˛ che Ŕ avv enuto. I suoi "come sopra" che, a prima vista potrebbero essere sconcertanti, sono molto pi¨ esplicativi di una marea di parole inconcludenti. A giorni alterni anche "L'Osservatorio Romano" si Ŕchiesto perchÚ Di Pietro si sia dimesso, Lei ha un'ipo tesi sui motivi che lo hanno portato a lasciare la magistratura? "Lei dice 'ipotesi' al singolare o al plurale?"I poteri della magistratura sembrano essere stati sommersi da quello incontrastato del p.m. Le sembra pericoloso come iter per una democrazia? "La cosa sta in questi termini: in uno S tato o non esi ste un qualsiasi potere 'incontrastato ' o non esiste la 'democrazia'"Dopo le ultime novitÓ giudiziarie nei confronti di Di Pietro sembra ancora che le azioni compiute dai sostituti procuratori non siano sotto la responsabil...