Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 1
 
 


1996,
Numero 1/2

MARTINO: PADANIA SOLO SBRUFFONATE?

di Michele Coloru

Le prospettive dell'unificazione europea, le difficoltÓ per il nostro Paese di entrare a pieno titolo nelle dinamiche del mercato comune e della moneta unica, i problemi posti da Maastricht alla nostra economia hanno creato le condizioni per forze politiche come la Lega di aprire un fronte di battaglia anche sul terreno internazionale. Abbiamo intervistato il professor Antonio Martino, ministro degli Esteri del governo Berlusconi, per sapere come e in che modo le posizioni della Lega Nord possono davvero avere un peso e una prospettiva nello scacchiere italiano ed internazionale. Professor Martino, ritiene che oggi, anche relativamente alle difficoltÓ di realizzare appieno gli accordi sottoscritti a Maastricht, le affermazioni di Bossi sulla cosiddetta liberazione della Padania e sulla possibilitÓ di procedere anche senza il resto dell'Italia possano essere credibili? "Pur sapendo che Ŕ necessario approfondire con attenzione le posizioni di Bossi e dei suoi accoliti, ritengo che allo stato attuale gran parte delle affermazioni del leader leghista siano pi¨ vicine a delle sbruffonate che a delle posizioni politiche. "Basterebbe considerare che la stessa definizione geografica dell...