Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 1
 
 


1996,
Numero 1/2

IL PRIMATO DEL REGNO UNITO

di Critica Sociale

Con un giro di affari annuale intorno ai 320 milioni di sterline, il mercato delle sponsorizzazioni nel Regno Unito Ŕ tra i maggiori in Europa. Gli anni Thatcher hanno visto i vecchi equilibri sconvolti da un governo determinato a rimuovere ogni ostacolo al libero operare delle forze di mercato. In tale contesto la sponsorizzazione era considerata uno scambio di benefici tra chi sponsorizza e chi Ŕ sponsorizzato, in linea con la definizione dell'ABSA (Association for Business Sponsorship of the Arts), per la quale la sponsorizzazione Ŕ il "pagamento di una somma da parte di una impresa commerciale ad una organizzazione artistica avente lo scopo di promuovere il nome, il prodotto o il servizio dell'impresa". Ma giÓ in questo scorcio degli anni '90 si pu˛ notare un cambiamento di prospettiva. Le imprese sembrano pi¨ ansiose di apparire good corporate citizens, di far mostra di senso civico nella sua accezione pi¨ ampia e di conseguenza tendono ad evitare la parola "sponsorizzazione" sostituendola con "sostegno". Ruolo della sponsorizzazione nella strategia aziendale Un sondaggio effettuato tra gli sponsor sul ruolo attribuito alla sponsorizzazione ha visto menzionati, in ordine...