Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 1
 
 


1996,
Numero 1/2

IN LOTTA CONTRO L'ANALFABETISMO

di Matteo Lo Presti

Costringete il Comune a provvedere di vitto e di vestiario i vostri figli e le vostre figlie nelle scuole almeno sino ai dodici anni. Combattete insomma con vigore, prima che l'impotenza vi sia sopra, per le condizioni essenziali della vostra esistenza: pane e libertÓ per voi; pane ed istruzione per i vostri figlioli". Cosý in un articolo intitolato "Pane o Polenta" pubblicato sul numero unico "Pane a buon mercato" edito dalla Federazione socialista milanese nel 1897 Anna Kuliscioff, fedele compagna di Filippo Turati, metteva ancora una volta l'accento sulla necessitÓ di sviluppare in modo unitario il processo di riforma sociale insieme a quello della riforma scolastica. Ma giÓ in modo chiaro ed efficace al terzo Congresso del Partito tenuto clandestinamente a Parma nel 1895, nel presentare un programma politico ed amministrativo definito "minimo" per distinguerlo da quello pi¨ vasto e generale approvato a Genova nel 1892, i socialisti, nel richiamare l'esigenza di attuare profonde riforme politiche, indicavano nell'istruzione laica obbligatoria fino alla quinta classe, nell'insegnamento professionale, nel miglioramento delle condizioni dei maestri, gli obiettivi immediati d...