Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 5
 
 


1996,
Numero 5/6

LA NOSTRA BATTAGLIA PER LA COSTITUENTE

di Se. Fi.

Dopo anni di silenzio imposto dall'incalzare martellante delle inchieste contro l'ex segretario del Psi, Vittorio Craxi si dice incuriosito dalle apparenti "riabilitazioni" precongressuali di D'Alema. Ora, in particolare, che uno spazio politico per la ripresa dell'iniziativa socialista sembra nuovamente aprirsi, occorre guardarsi da strumentalizzazioni di segno opposto, dai "funerali di prima classe". "La sconfitta del Polo dice determina una scomposizione delle sue componenti: una spinta verso il centro che emancipi Forza Italia dal condizionamento dei settori pi¨ conservatori e di destra. "Nell'immediato sembrano trame vantaggio i cattolici. Ma resta aperta la questione socialista che in larga misura Forza Italia ha ignorato sebbene proprio dal voto socialista sia venuto il contributo decisivo alle sue passate affermazioni. "Dall'altra parte della riga c'Ŕ il cosiddetto centrosinistra, anch'esso in procinto di convulsioni che la vittoria elettorale, paradossalmente, accentua. Anche in questo campo la vocazione riformista rappresentata dalla tradizione socialista nelle coalizioni di centrosinistra pone la medesima questione che Ŕ presente nel Polo". D'Alema sembra inten...