Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 9
 
 


1996,
Numero 9

SOCIALISTI: SCRIVONO DALLA TOSCANA E DA VERONA

di Critica Sociale

Anche a San Giovanni Valdarno si è costituita una sezione del Partito Socialista Toscano. Il nuovo Partito affonda le radici nella tradizione socialista, liberale e riformista che ha fatto del nostro Paese una Nazione tra le più progredite del mondo. In un momento in cui il termine socialista sembra ormai consegnato alla storia, abbiamo ritenuto opportuno rialzare la bandiera non per guardare con nostalgia ad un passato che non torna più, ma per riaffermare gli ideali di una democrazia che sia degna di questo nome, per tutte le libertà fondamentali del cittadino, per una giustizia che sia davvero giusta. Il Partito Socialista è stato chiamato da solo a pagare la crisi della Prima Repubblica. Ciò è potuto avvenire grazie alla realizzazione postuma di un minicompromesso storico con l'alleanza tra postdemocristiani e postcomunisti. Per questo l'Italia è oggi un Paese meno libero e meno garantito. Grande allarme non può non suscitare l'alleanza di fatto delle grandi imprese che dominano l'economia italiana con un Pds che accetta oggi di dimenticare le sue origini comuniste e di mettere, ora sì, in serio pericolo le reali conquiste sociali del vero centrosinistra di Nenni e di Moro, fin...