Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 10
 
 


1996,
Numero 10

SCRIVO DA BUDAPEST IN RIVOLTA

di Luigi Fossati

Nell'ottobre del '56, Luigi Fossati, inviato dell'Avanti! Di Milano, si trovava per il giornale in Germania Est, per seguire i lavori di una conferenza internazionale di giovani socialisti e comunisti. Giunse la notizia dei primi tumulti studenteschi a Budapest e prima che venissero chiuse le frontiere ungheresi, Fossati riuscž ad entrare nel Paese divenendo cosž il primo testimone occidentale della rivolta. Qualche giorno dopo lo raggiunse Indro Montanelli, che si trovava in vacanza in Austria. Le comunicazioni telefoniche e telegrafiche con l'Italia erano difficili, per questo le corrispondenze che riportiamo, vennero fatte recapitare a mano al giornale e pubblicate con alcuni giorni di ritardo. Gli articoli di Fossati costituirono la base di informazione per la svolta autonomista che Pietro Nenni di lž a poco avrebbe impresso alla politica del Psi. Budapest, 24 ottobre. Dal primo pomeriggio di martedž ho seguito ora per ora, ininterrottamente sino al momento in cui trasmetto queste note, le manifestazioni popolari, gli episodi insurrezionali di Budapest. Ho cercato in continuazione di mettermi in contatto telefonico col giornale e ho cercato di far ritrasmettere il servizio via ...