Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 11
 
 


1996,
Numero 11

IL DOCUMENTO ECONOMICO

di Critica Sociale

All'origine di Tangentopoli il rovesciamento dei rapporti di forza tra potere politico e potere economico. L'alleanza tra sinistra dc, ex comunisti, finanza laica alla basedella "rivoluzione italiana".Pubblichiamo alcune parti del documento economico presentato alla conferenza programmatica socialista svoltasi a Roma in preparazione del Congresso. In Italia non c'Ť mai stato un fisiologico equilibrio fra potere politico e potere economico: ci sono state fasi antiche e recenti in cui il potere del "quarto partito" o dei poteri forti" Ť stato del tutto dominante ed esorbitante e, fasi in cui c'Ť stata una sorta di prepotere (e di prepotenza) della partitocrazia. Alle origini di questa Repubblica, che nasce dalla Resistenza, il potere economico fu singolarmente "doppio" e "persuasivo": al Nord per un verso i gruppi imprenditoriali mantennero i rapporti con la Rsi e con i nazifascisti, ma nel contempo essi finanziavano il Clnai e stabilivano intese "vere", profonde e durature con gli angloamericani. Aldilŗ di quella fase straordinaria Ť significativo ed emblematico quanto che Ť avvenuto dopo la Fondazione della Repubblica. Il punto cruciale della dialettica fra potere econom...