Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 12
 
 


1996,
Numero 12

CONTRO CRAXI SENTENZE ANNUNCIATE

di Alma Cappiello

Compagne e compagni, Ŕ un'emozione veramente forte riprendere la parola di fronte a voi dopo un periodo che mi ha visto lontano dalla politica per motivi di salute. Credo che da oggi pi¨ nessuno potrÓ pensare, come ha potuto fare negli ultimi anni, di non dover pi¨ fare i conti con la nostra storia tutta, con la nostra tradizione, con noi socialisti. Di questo voglio ringraziare il grande merito del compagno Ugo Intini e altri compagni, Margherita e tutti voi compagni, impegnati nelle varie realtÓ locali. A questo proposito permettetemi di rivolgere un particolare ringraziamento al compagno Collio, che nella mia Milano, culla del socialismo riformista e umanitario, dove pi¨ violenta Ŕ stata la tempesta giudiziaria, ha saputo rialzare alta la nostra bandiera. E cosý anche ai giovani milanesi, a cui si deve la rinascita di Critica Sociale. Vorrei insieme a voi oggi fare alcune riflessioni su quattro punti che ritengo fondamentali per la ripresa della nostra azione politica. VeritÓ, unitÓ, autonomia, sinistra. VeritÓ, compagni; sono anni ormai che la vita pubblica italiana Ŕ scandita da avvisi di garanzia e dalle manette; sono anni che il settore del giudiziario, in sintonia coi setto...