Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 1996 >> Numero 12
 
 


1996,
Numero 12

SINISTRA LATITANTE E SENZA VALORI

di Silvano Labriola

Cari compagni; care compagne, non è facile in questa occasione ricostitutiva del partito separare la commozione dalla ragione, far tacere i sentimenti che ci hanno dominato fin dall'apertura dei lavori per compiere il passo necessario, che è quello di guardare bene in faccia le difficoltà e i compiti politici che spettano al nostro partito non voglio dire dopo il suo scioglimento, preferisco usare il termine dell'eclisse che ha segnato l'oscuramento socialista sulla scena politica italiana. Perché noi sappiamo bene che nel disegno politico che è prevalso nel 1994 non c'era spazio per il Partito Socialista e sappiamo che in questo disegno politico che va avanti, che non conosce soste, le cui contraddizioni interne, che sono state ricordate, sono ancora inferiori alla logica dell'interesse che questo disegno tiene insieme, non possono consentire la ricomparsa sulla scena di un Partito Socialista non per la testimonianza generosa di una continuità ideale, ma per aggiungere a questo la capacità di un proprio atto di iniziativa politica. E' vero, anche questo è un nostro compito, un compito che va lontano nel tempo, ma intanto noi possiamo interrogarci sul senso della storia politica it...