Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 1
 
 


2001,
Numero 1

QUESTIONE SOCIALE QUESTIONE NAZIONALE

di Stefano Carluccio

La grande soddisfazione per aver dato vita, dopo dieci anni di ostracismo nei confronti della cultura riformista, ad una forza socialista che aspira a riscattare attraverso la propria azione politica l'umiliazione inflitta a quella che a pieno titolo deve essere ancora oggi considerata un patrimonio prezioso della tradizione politica nazionale, non puň esimerci dal riflettere sulla portata delle responsabilitŕ che ci siamo assunti dando vita a Milano al Nuovo Psi. 1. Come gli stessi interventi al congresso documentano in questo numero di Critica Sociale, il socialismo che ispira la nascita del nuovo partito non č un socialismo indifferenziato, ma esattamente quel socialismo liberale che da Turati a Craxi ha attraverso l'intero secolo di storia italiana in un perenne conflitto, nella sinistra e nello stesso Psi, con gli eredi diretti ed indiretti della scissione comunista. Sotto questo profilo l'obiettivo che ci riproponiamo č quello di far coincidere la rinascita socialista, che ci sta a cuore, con l'apertura di una prospettiva del tutto nuova per l'Italia che la faccia uscire dal tunnel che essa ha imboccato dieci anni fa, iniziato con la fine del comunismo, percorso dalla rivoluz...