Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 11
 
 


2001,
Numero 11

DEMOCRAZIA, TERZA FASE

di Samuel P. Huntington

Dal 1993, sulle rovine del Muro di Berlino, Samuel P. Huntington, professore ad Harvard e vecchio consulente di Jimmy Carter, cooredattore della rivista Foreing Policy, ha predetto lo "choc delle civiltÓ": Quando ha evocato le frontiere insanguinate dell'Islam, non si Ŕ fatto molti amici. Ma da quando le torri del World Trade Center sono crollate, l'11 settembre a New York, la sua profezia Ŕ stata esaminata pi¨ da vicino. Non siamo ancora allo choc delle civiltÓ: Ben Laden vorrebbe fare degli avvenimenti attuali una rottura tra Islam e l'Occidente e, se questo accadrÓ, sarÓ per lui una straordinaria vittoria. Tuttavia, per ora, Ŕ in corso una guerra tra una rete terroristica molto estesa, presente in una sessantina di Paesi, di organizzazioni che non esitano ad uccidere civili innocenti, e la civilizzazione in generale. Si tratta, dunque, piuttosto di un conflitto tra civiltÓ e barbarie, non tra civiltÓ differenti. Nel conflitto in corso, l'Islam gioca un ruolo, ma non direi che l'attuale crisi oppone l'Islam ad altre civiltÓ. Numerosi fatti ed informazioni dimostra che esiste una disposizione nell'Islam verso il terrorismo. Il primo fattore Ŕ la presa di coscienza crescente tra ...