Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 9
 
 


2001,
Numero 9

SOCIALISTI, DEMOCRATICI? IL DILEMMA DELLA SINISTRA

di Claudio Martelli

Il problema o l'ostacolo principale, a sinistra, sono i minimalisti e i continuisti: ridimensio nano la vittoria elettorale di Berlusconi e, sim metricamente, la sconfitta del centrosinistra e non vogliono mettere in discussione i limiti politici, cul turali, strategici dell'alleanza uscita perdente il 13 maggioRagionano su dati certi, ma solo su alcuni, ne igno rano altri, altrettanto certi, e ne ricavano conse guenze incertissime, contraddittorie con le pre messe e ambigue in se stessePer esempio: Ŕ senz'altro vero che la vittoria di Berlu sconi Ŕ molto pi¨ contenuta nel maggioritario e molto pi¨ marcata nello scrutinio proporzionaleMa anzichÚ interpretare questa differenza come segno della capacitÓ di aggregare e coalizzare forze diverse propria delle vere leadership, minimalisti e continuisti da un lato esaltano questa differenza per rilevare il valore aggiunto dell'Ulivo rispetto ai par titi che lo compongono e dall'altro, subito si smenti scono argomentando che sarebbe bastato l'accordo con Di Pietro e/o con Bertinotti per vincere la partitaCon buona pace del valore aggiunto dell'Ulivo, della coerenza e dell'omogeneitÓ della coalizione rispetto alla frammentarietÓ partiticaI ...