Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 6
 
 


2001,
Numero 6

VERSO IL SECONDO CONGRESSO STRAORDINARIO

di Giusi La Ganga

Francamente stento ad accettare la tesi, anche se esposta da compagni e da amici a cui voglio bene e con cui ho diviso molte battaglie, che siamo di fronte ad una sorta di disputa all'interno di una nomenclatura. E per avvalorare questa tesi si dedica gran parte della discussione ad un'analisi minuziosa e puntigliosa di tutte le piccole e grandi stupidaggini che abbiamo fatto negli ultimi sei mesi e se facciamo questa cronistoria ce n'è per tutti. Io vivo questa fase pur così difficile e travagliata non vorrei scandalizzarvi , come una boccata d'ossigeno, nel senso che avverto la possibilità della ripresa di una discussione politica franca fra i socialisti affrontata con spirito libero e senza un clima di caserma. Perché chi come me è stato iscritto al PS insieme a Paris Dell'Unto fin dai tempi di Intini, poi ha concorso sempre con Paris all'elezione di Gianni segretario e ha visto tutta la parabola della gestione di Gianni del partito, non ne può più di una situazione nella quale può succedere qualsiasi cosa nello scenario politico del Paese, tutto si arresta di fronte ad una sorta di non possimus o non expedit per cui non si può discutere di nulla perché noi siamo nella Casa dell...