Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 6
 
 


2001,
Numero 6

VERSO IL SECONDO CONGRESSO STRAORDINARIO

di Salvo Andò

Credo che sia una relazione esemplare perché ha tenuto distinte le questioni di carattere politico, cioè di come noi ci situazioniamo nei rapporti con la maggioranza politica uscita dalle elezioni, dalle questioni di carattere organizzativo che riguardano la vita del partito. Questioni rispetto alle quali c'è un problema di rivitalizzazione democratica del partito, quindi di funzionamento del partito su basi democratiche che però non si può soltanto esaurire nella questione della sua guida, dell'assetto del gruppo dirigente. A mio giudizio c'è un problema rispetto al quale occorre pervenire ad un chiarimento che non lascia margini di dubbio: la questione dei rapporti con Gianni De Michelis non è una questione che riguarda soltanto la persona del segretario all'assetto del vertice, ma riguarda il metodo di guida del partito. Credo che il metodo che per comodità di linguaggio possiamo definire "metodo De Michelis", sia un metodo che non porta questo partito da nessuna parte perché sul piano politico si è rivelato assolutamente asfittico e sul piano dei rapporti con il variegato mondo socialista, è un metodo che porta alla disaffezione nei confronti di una militanza realmente motiva...