Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 6
 
 


2001,
Numero 6

VERSO IL SECONDO CONGRESSO STRAORDINARIO

di Bobo Craxi

Compagne e compagni, č tempo anche per noi di riflessioni politiche, di valutazioni, č tempo di esprimere opinioni, di indicare indirizzi politici per il futuro, lo avremmo probabilmente dovuto fare prima ma meglio tardi che mai. L'appuntamento elettorale delle politiche rappresentava il vero primo banco di prova della formazione politica socialista, il Nuovo Psi, che nel primo tentativo di dare una risposta politica coerente dopo gli anni della diaspora, eravamo riusciti ad organizzare, a riunire, a coinvolgere in un progetto politico che non volevamo fosse soltanto di natura elettoralistica. A questo appuntamento ci siamo arrivati nel modo peggiore. Tutte le analisi del gruppo dirigente, lo svolgimento stesso del congresso, compresa l'irrituale chiusura del candidato premier, ci hanno indirizzato verso l'alleanza politica aperta e chiara verso la Casa delle Libertŕ quale coalizione politica aperta e plurale fondata sull'alleanza fra il Polo della Libertŕ di centrodestra e le forze di ispirazione laico e democratiche come la nostra, uniti per ragioni tattiche. Ma non solo, uniti nell'intento di sconfiggere la sinistra reale e di potere che dal '96, e coi trasformismi successivi, h...