Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 2
 
 


2001,
Numero 2/3

IL PASSANTE VA COMPLETATO

di Critica Sociale

Il 'passante ferroviario' (collegamento in sottosuolo di un certo numero di linee delle Ferrovie dello Stato) che andrÓ da Porta Vittoria alla Bovisa, Ŕ stato concepito per favorire i collegamenti di breve raggio (25/30 km), 'saltando' la Stazione Centrale, stazione di testa, che allunga i tempi di sosta ai treni. Il 'passante', collegato a sua volta con le Ferrovie Nord e la MM, crea la condizione per un servizio ferroviario integrato e unitario che, per l'area milanese, pu˛ favorire la tendenza ad un maggior uso del mezzo di trasporto pubblico in luogo dell'automobile. Quando sarÓ completato nella tratta urbana e negli allacciamenti alle linee FFSS, si prevede che il 'passante' possa avere una capacitÓ di 18 treni all'ora (da Lodi e da Pavia, da Treviglio e da Brescia, da Piacenza e da Cremona) con una potenzialitÓ giornaliera di 60.000 passeggeri al giorno (in entrata e in uscita). Avviato nel 1984 il 'passante' tuttavia non Ŕ completato, e il tratto attuale (p.ta Venezia ? Bovisa) funziona come una linea di metropolitana. E' previsto che nel 2002 siano aperte anche le stazioni Villapizzone e Dateo e, nel 2003, la Stazione Vittoria, portale d'ingresso per le linee provenienti da...