Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 1
 
 


2001,
Numero 1

PER IL RITORNO AL PROPORZIONALE

di Giusi La Ganga

Care compagne e compagni, cercherò di prendere pochi minuti per riuscire a esaurire tutto l'elenco degli iscritti a parlare. Credo che si possano trarre, almeno io mi sento di poter trarre in pochi punti, la morale di questo congresso e di questi anni difficili e poi Claudio sicuramente dirà più e meglio di me. Credo che con questo congresso chiudiamo anni di controversie sulla diaspora. Pietro Nenni usava dire "che c'è sempre qualcuno più puro che ti epura" e in questi anni tragici ognuno di noi si è sentito rimproverare da qualcun altro una scelta sbagliata, un comportamento non accettabile e non condivisibile. E la diaspora così si moltiplicava, si ampliava attraverso scissioni sempre più atomiche che hanno portato a un certo punto alla irriconoscibilità di un movimento socialista. Con questo congresso noi dobbiamo voltare pagina, aprire un libro nuovo. Spero di non dover più sentire da domani e mi ha fatto piacere che Stefania abbia detto le parole che ha detto questa mattina che continuano a rimproverare l'uno all'altro cose di questi tragici anni. Noi siamo nel Nuovo Partito Socialista, chi c'è e chi verrà sarà socialista e gli altri avranno fatto altre scelte, e fra di n...