Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
 
 


SELEZIONE DELLA STAMPA ESTERA-2/3 maggio

di Critica Sociale



(pagina 2)

... The presidency as theatre

Il primo anno della presidenza di Nicolas Sarkozy ricorda una commedia in tre atti. Il primo Ŕ stato elettrizzante. Il secondo, mortificante. Il terzo, che Ŕ appena cominciato, Ŕ deludente. Lo stile presidenziale ha acquistato in sobrietÓ, sono stati riconosciuti gli errori commessi, ed Ŕ stato promesso un nuovo ciclo di riforme. Ma l'uomo che Ŕ stato eletto per scuotere la Francia non ha pi¨ il consenso di un anno fa e deve fare i conti con una maggioranza litigiosa ed una situazione economica sempre pi¨ critica.


LE FIGARO
L'action de Sarkozy peine Ó convaincre les Franšais

Secondo gli ultimi sondaggi, il 92% dei francesi giudica inefficaci le misure prese dal governo per contrastare il caro-vita.

LE MONDE
Adieu Ó l'antifascism

Con il ritorno di Silvio Berlusconi al potere, la conquista del Comune di Roma da parte di un ex neofascista e la comparsa in Parlamento di due partiti che pretendono di superare l'asse destra-sinistra, si chiude definitivamente un periodo della storia italiana. Quello in cui, aldilÓ delle rivalitÓ di parte, l'antifascismo costituiva il collante della societÓ politica. Sessant'anni dopo la caduta di Mussolini, era inevitabile e, forse, persino auspicabile. A condizione che la coscienza storica non venga sostituita dal mito.

INTERNATIONAL HERALD TRIBUNE
China builds its large-scale future
David Barboza


Il terminal 3 dell'aeroporto di Pechino misura due volte il Pentagono, Ŕ costato quasi quattro miliardi di dollari e potrÓ sopportare un traffico passeggeri di circa cinquanta milioni di unitÓ l'anno. I realizzatori dell'opera sostengono che ôl'aeroporto pi¨ avanzato al modoö sia stato completato in soli quattro anni, cosa che molti esperti ritengono semplicemente impossibile. Si tratta comunque di un monumento allo sviluppo ed alle ambizioni della Cina, un Paese che, al di lÓ delle aspre polemiche sulla questione tibetana, non vede l'ora di sfruttare la vetrina olimpica per mostrare al mondo la propria grandezza.

FOREIGN POLICY
The Right Way to Pressure Beijing
William F. Schulz

Gli attivisti per la difesa dei Diritti Umani vedono la Cina come il fumo negli occhi. E chi potrebbe loro dar torto? Il governo di Pechino reprime il dissenso politico, ricorre frequentemente alla tortura, imprigiona decine di migliaia di persone senza un giusto processo, discrimina brutalmente le minoranze tibetana ed uigura, áe ricorre regolarmente alla pena di morte, spesso per punire crimini minori. Ma siamo sicuri che possa essere efficace la contrapposizione frontale? La Cina si Ŕ dimostrata pi¨ volte insensibile ed indifferente ai richiami della comunitÓ internazionale e delle Ong impegnate nella tutela dei diritti fondamentali. Un atteggiamento barricadero si Ŕ dimostrato impotente, forse Ŕ giunto il momento, anche per gli attivisti, di assumere una postura pi¨ pragmatica verso la Cina.

THE NEW YORK TIMES
Economic Clouds? Wall Street Sees Signs of Sunshine

Vikas Bajaj

Nonostante i timori legati ad un'imminente recessione, Wall Street dÓ concreti segni di ripresa. Il mercato Ŕ in risalita e molti operatori, analisti e uomini politici cominciano a pensare che la fase peggiore della crisi si possa considerare alle spalle. Il segretario del Tesoro Usa, Henry M. Paulson, ha dichiarato: ômi pare che ci si stia avvicinando alla fine del problema e non al suo inizio.ö Persino dalla Bank of England giungono segnali confortanti. Tanto rumore per nulla?

THE WASHINGTON POST
...



<< pagina precedente        pagina successiva >>