Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rassegna Stampa
 
 



FRANCE ON AMPHETAMINES

New York Times
Vero, Sarkozy non è né Sant'Agostino, né Gandhi né il Dalai Lama e non è immune da errori politici e da uno stile di gestione del potere non sempre accettabile. Ma quest'uomo si è rivelato un tonificante per il paese ed il miglior leader europeo del suo tempo.  

 
LE CONGRÈS DE VERSAILLES OTAGE DU CONGRÈS DE REIMS

Le Figaro
Il PS è a corto di idee per sé ma non manca d'inventiva quando si tratta di far la guerra a Sarkozy. La commedia comincia un anno fa quando Rue de Solforino accoglie con interesse la proposta di riforma costituzionale avanzata dal nuovo Presidente della Repubblica. Il PS ha tutto l'interesse a votarla perché la V Repubblica bis realizzerebbe quello che i socialisti vorrebbero dal 1958. E invece, pur di votare contro Sarkozy, i leader socialisti hanno deciso di dire “no” alla riforma che, per essere approvata, ha bisogno del voto favorevole dell'opposizione.

 
SARKO’S SOUTHERN DREAM
 

Data:





cultura politica   crisi   cina   critica sociale   stati uniti   rubriche   iraq   sarkozy   blair   afghanistan   sicurezza   europa   democrazia   ue   italia   ahmadinejad   putin   terrorismo   ambiente   bush   onu   francia   russia   siria   america   medio oriente   politiche sociali   energia   diritti umani   nato   medvedev   storia   usa   mccain   india   hamas   gran bretagna   nucleare   brown   economia   labour   iran   geopolitica   occidente   obama   clinton   berlusconi   israele