Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >> 
 
 


Avanti! esce in 17.000 edicole
foto Torna dopo 18 anni e nell'anniversario di Bettino Craxi
AVANTI! CON IL RIFORMISTA
IL 19 GENNAIO IN EDICOLA
Milano, l'inaugurazione della nuova sede


Da giovedì 19 gennaio torna la Nuova Serie dell’AVANTI! (rinata in 25 dicembre nel 115 anniversario della fondazione), ritorna nelle mani dei socialisti italiani dopo 18 anni di assenza, con 24 pagine e in ben 17 mila edicole italiane.

L’evento è stato reso possibile grazie all’aiuto del Nuovo Riformista di Emanuele Macaluso, che ha offerto la sua capillare rete distributiva e che sarà in vendita unitamente al nostro quotidiano al medesimo prezzo di euro 1,20.

Questo atteso in edicola, è il secondo numero Zero in stampa, cui seguiranno periodicamente gli altri numeri Zero che affiancheranno la campagna per la rinascita "popolare" del quotidiano socialista con una Fondazione dell'Avanti! garante della proprietà ad azionariato collettivo. 

Il Nuovo Avanti! intende offrire una piattaforma di unità per tutte le tendenze del socialismo italiano, disperse e deboli, in opposizione al "fronte bipolare" che ha bloccato per vent'anni la partecipazione diretta alla vita democratica degli elettori.

La terza rinascita dell'Avanti! è per la terza Repubblica.
In tale prospettiva il ritorno dell' Avanti!  il 19 gennaio è una scelta significativa in omaggio, nell’anniversario della sua morte in esilio, alla figura di Bettino Craxi. E’ un tributo dovuto al leader socialista,  solo tra i leader italiani che seppe prevedere inascoltato l'inevitabile fallimento della seconda repubblica che si inaugurava con la rivoluzione giudiziaria e la liquidazione dell'economia italiana di cui oggi il Paese paga il pesante conto istituzionale e il costo sociale.

Sono già numerose le riunioni e brindisi che si annunciano nelle varie città per sabato e domenica dove circoli socialisti di ogni tendenza stanno organizzando prenotazioni di copie per la diffusione dell'Avanti!



foto Inaugurazione della nuova sede e dell'archivio a Brera con i sindaci socialisti Tognoli, Pillitteri, Borghini
L'AVANTI! TORNA IN CAMPO
MILANO, IL SOCIALISMO RIFORMISTA
LA CRISI DELLA 2a REPUBBLICA


A Milano, domenica 22 gennaio, siáinaugura la nuova sede dell'Avanti! dove Ŕ custodito ed accessibile al pubblico ál'archivio storico della redazione milanese del quotidiano dal 1945 alla chiusure del 1993. Interverranno, tra gli altri, i sindaci socialisti Carlo Tognoli, Paolo Pillitteri, Piero Borghini, il direttore della Critica Sociale Ugo Finetti, il presidente del Nuovo Riformista, Gianni Cervetti, Vittorio Craxi, Felice Besostri, Stefano Carluccio, Francesco e Alessandro Colucci, Mauro Del Bue e gli ex giornalisti della redazione storica di piazza Cavour.Questo ritorno in edicola, sarÓ saltuario ma periodico, in parallelo con lo svolgimento della campagna di adesioni alla Conferenza Nazionale che si terrÓ in marzo. La Conferenza deciderÓ sulla sottoscizione per una Spa ad azionariato popolare, una societÓ collettiva di capitale, proprietaria della testata, che Critica Sociale (attualmente proprietaria e titolare sia dell'edizione cartacea e che del marchio depositato) darÓ garanzie giuridiche di áautonomia ed indipendenza finanziaria.


www.criticasociale.net - iscriviti online agli aggiornamenti
Direzione
Rino Formica, Stefano Carluccio (d.resp.)

Editore
Critica Sociale

20100 Milano - Critica Sociale via Formentini 10, Brera.
Amministrazione: Giornalisti Editori, via Benefattori dell'Ospedale 24