Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >> 
 
 

In questo numero: Agonia Europea - Numero del 2013-06-19

I MAGHI DELL’AUSTERITY Tom Streithorst, Prospect
COME RIDURRE IL DEFICIT DEMOCRATICO Charles Grant, The Guardian
SENZA OPPOSIZIONE NON C'E' DEMOCRAZIA Armin Nassehi, Suddeutsche Zeitung
IL SACRO ROMANO IMPERO Brendan Simms, New York Times
>>> LA SOCIETA' VOLONTARIA E SOLIDALE Un libro di Maurizio Degl'Innocenti


Il cantiere del welfare pubblico e privato
LA SOCIETA' VOLONTARIA E SOLIDALE
Un libro di Maurizio Degl'Innocenti

Il volume è dedicato alle attività di tutela dai bisogni, vecchi e nuovi, in particolare dai rischi della salute e del benessere dei cittadini come aspetto fondamentale dei processi di modernizzazione della società contemporanea, sulla spinta dell’industrializzazione e dell’urbanesimo affermatisi nel corso dell’800 e in generale della evoluzione della società di massa.

In particolare la problematica è assunta sotto il profilo della creazione e della gestione di quelle “macchine del progresso sociale”, messe in campo dagli individui volenterosi, che collettivamente vogliono e possono avere presa sulla società contemporanea. In particolare è rivolto agli individui volenterosi che in tutti i campi -economico, sociale, culturale e del tempo libero- si sono messi insieme sulla base della reciprocità solidale mettendo al centro della attività la persona umana.

Il bisogno si evolve, e accanto a quelli “antichi”, altri “nuovi” se ne pongono, che sollecitano risposte adeguate. I volenterosi sono lì, pronti a intercettarli, e spesso forniscono le prime risposte, le più condannate al fallimento, ma qualcuna destinata a sopravvivere e a svilupparsi, e talvolta a sedimentarsi in solide istituzioni in un confronto sempre aperto tra libera iniziativa e intervento pubblico. Oggi la ridefinizione del rapporto tra pubblico e privato è un tema dirompente in merito all’evoluzione del welfare.

In tempi di globalizzazione, di capitalismo finanziario e di crisi generazionale, cioè l’incerto futuro delle giovani generazioni chiamate a affrontare il peso dell’egoismo delle generazioni precedenti, può rivelarsi non priva di significato la conoscenza dell’universo associativo prodotto dalla modernità. Su questo il volume vuole offrire un campo di riflessione tracciando un bilancio il più possibile sereno, senza enfasi o omissioni, ma non per questo meno stupefacente per quanto l’uomo, mettendosi insieme ai propri simili, possa fare, rendendo certamente migliore la società in cui vive.

 

Maurizio Degl’Innocenti, professore di storia contemporanea all’Università degli studi di Siena. Per i nostri tipi ha pubblicato tra l’altro La società unificata (1995), L’epoca giovane (2002), Gaetano Pieraccini. Socialismo, medicina e previdenza obbligatoria (2003), L’avvento della regione, 1970-1975 (2004), Il mito di Stalin (2005), Identità nazionale e poteri locali in Italia tra ‘800 e ‘900 (2005), Garibaldi e l’Ottocento (2008), Il Governo del particolare. Politiche pubbliche e comunità locale (2008).