Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 1
 
 


2009,
Numero 1/2

Siamo un Paese che sa reagire

I socialisti e il Governo Berlusconi
di Luca Guarischi

Innanzitutto un saluto caro e un ringraziamento caloroso a tutti voi. E’ un segno importante non soltanto della memoria ma la vostra presenza in una domenica mattina in modo così numeroso è straordinaria, perché simboleggia la validità del nostro progetto politico della grande idea riformista craxiana.
Ma oggi è un giorno speciale, è un giorno speciale perché sotto questa frase importante, e tra l’altro mai attuale come in questi giorni, il Parlamento deve reagire, deve guardare lontano. Attuale perché in un momento così difficile per il nostro Paese ma non soltanto per l’Europa e per il mondo occidentale, avere il coraggio di guardare lontano e non soltanto nel proprio giardino, di avere la capacità di costruire un progetto politico e avviare le etichette partitiche è un dovere che tutti hanno per affrontare un momento così difficile come quello che sta di fronte a noi.
Ma oggi è importante per un altro motivo: per ricordare l’anniversario, non l’anniversario della scomparsa del nostro Presidente Craxi, ci siano, e sotto quella frase sono simboleggiate, tutte le sensibilità riformiste e socialiste presenti nel Popolo delle Libertà e in questa coalizione politica. Questo ritengo si...