Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 5
 
 


2009,
Numero 5/6

Il paradosso di una Lega nazionale delle Leghe

Dopo il votoAvanza la rivoluzione di Bossi e si sfarina il sistema politico in un nuovo feudalesimo
di Rino Formica

“Penso che oggi il punto centrale sia come piegare la tendenza alla territorializzazione della politica alla ricerca di una nuova visione unitaria e nazionale dei partiti, corrosi dal leaderismo e dalla degenerazione feudale dei capi locali. Dopo il federalismo fiscale percorrere la strada dell’enfatizzazione dello “spezzatino federale” sarebbe un suicidio. A questo punto tutto richiama in causa gli altri partiti e non solo la Lega. Ci sarà la forza di chiudere il ciclo con un’Assemblea Costituente?”.
In un recente articolo, a commento dei recenti risultati europei, Rino Formica ha sostenuto che il paradosso che ci attende è quello per cui la Lega di Bossi, dopo aver costretto i partiti nazionali a frantumarsi territorialmente costringendoli a ridursi ad aggregati di realtà “feudali”, sarà essa stessa il soggetto promotore di una ricomposizione unitaria, su nuove basi. Sarà insomma la “Lega delle Leghe”.

È esatto?
La Liga Veneta nasce nel 1979 con le elezioni europee, La Lega Lombarda di Bossi nel 1984 per le amministrative del 1985.
Nel Veneto si anticipa la crisi della Dc e si organizza il consenso intorno ad una rivendicazione etnica.
In Lombardia Bossi si muove verso un supera...