Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 8
 
 


2009,
Numero 8

Il nuovo partito deve radicarsi nel territorio

PDlLa costruzione del PdL, le difficoltà politiche della sinistra, la politica delle alleanze, il Liberalsocialismo eredità dell’ex PSI
di Fabrizio Cicchitto

Il Presidente del Gruppo parlamentare del PdL alla Camera, Fabrizio Cicchitto, riassume le questioni che attendono la ripresa dell’attività politica autunnale. Tra gli impegni urgenti finisce in agenda il tema della definizione delle nuove regole statutarie, con un “equilibrio ponderato tra eletti e iscritti negli organismi dirigenti”, sedi collettive di dibattito “fino al voto”



Tra la vittoria elettorale e la formazione del governo Berlusconi l’anno scorso, e le elezioni europee e provinciali di quest’anno, la lista del Popolo delle Libertà è diventata un partito vero e proprio. Sull’altro versante la vicenda del PD è risultata essere più travagliata e i nodi giungono al pettine al congresso di ottobre. Entrambi gli avvenimenti hanno cambiato il quadro politico riorganizzandolo in modo del tutto nuovo. Che ruolo e che fisionomia avrà il PdL?
“Siamo di fronte ad un punto di svolta, nel senso che ci sono due aspetti in questa questione. Da un lato resta salda la leadership di Berlusconi, e questo lo dico non a scopo ripetitivo, ma perchè guardandomi intorno non vedo chi possa riuscire a mettere insieme i vari pezzi e spezzoni del centro-destra, dalla Lega alle varie componenti de...