Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 9
 
 


2009,
Numero 9

“Turati e la sintesi delle tendenze risorgimentali”

Dagli esordi della sua attività politica alla nascita di Critica Sociale e del Partito socialista dei lavoratori, la vicenda politica di Filippo Turati, sullo sfondo degli avvenimenti storici che lo videro tra i protagonisti della sua epoca
di Leo Valiani

Per ricostruire gli esordi dell’attività politica di Filippo Turati, che fanno tutt’uno con il processo di formazione del socialismo democratico italiano, dobbiamo risalire al decennio successivo alla conclusione del risorgimento, sancita dalla liberazione di Roma nel settembre del 1870, e dobbiamo anche spostarci da Milano, che sarà indissolubilmente legata, in prosieguo di tempo, all’opera del fondatore di Critica Sociale, a Cremona, ove suo padre, Pietro Turati, prefetto del Regno, ebbe la sua ultima sede, tra il 1873 e il ‘75. A Cremona, il non ancora diciottenne Filippo si legò di fraterna amicizia col suo coetaneo e condiscepolo Leonida Bissolati, del quale fu compagno di studi anche all’università di Bologna. Insieme, Turati e Bissolati, e alcuni loro compagni ed amici fra i quali va ricordato perlomeno Camillo Prampolini, fonderanno nel 1892 il Partito dei lavoratori, che assumerà, un paio d’anni dopo, il nome di Partito socialista italiano. Insieme ne saranno, fino al 1910, i capi di maggior prestigio politico e morale.
Col XX settembre il risorgimento s’era chiuso una nota di necessario laicismo, che la violenta protesta del Vaticano e del clero contro il fatto compiuto ...