Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 9
 
 


2009,
Numero 9

“La breve illusione del Diciannove”. La rivoluzione proletaria in Ungheria

di Leo Valiani

Dal libro Rivoluzione e reazione in Europa: 1917-1924 (Mondoperaio-edizioni Avanti!) che contiene gli atti del convegno storico internazionale tenuto, su questo tema, a Perugia nel 1978, riportiamo l’ultima parte della relazione di Leo Valiani: «La rivoluzione proletaria in Ungheria».
Dopo avere parlato della fusione del partito socialdemocratico col partito comunista e dell’immenso entusiasmo suscitato dalla proclamazione della Repubblica socialista dei Consigli, Valiani così continua:

L’Euforia durò solo pochi giorni. Le truppe romene e cecoslovacche sferrarono l’offensiva. L’improvvisato esercito controllato dai Consigli dei soldati si sfasciò. Si riuscì, tuttavia, a mettere in piedi un nuovo esercito rosso, con la leva in massa degli operai delle officine. Esso si battè valorosamente, sconfiggendo, con un’audace manovra strategica, dovuta al colonnello Stronfeld un ufficiale di carriera, che aveva sinceramente abbracciato il socialismo le truppe ceche e riconquistando la Slovacchia, ove fu proclamata la repubblica dei Consigli. Non fu, invece, possibile stabilire un collegamento con l’armata rossa sovietica, che ripiegava in quel mentre sotto la rivolta nazionalista ucraina ...