Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 10
 
 


2009,
Numero 10

Elogio dell’economista pubblico

Gli interventi al convegno di Sondrio su Ezio Vanoni
di Silvio Beretta, Silvia Cipollina, Mons. Sergio Lanza, Claudia Rotondi e Alberto Quadrio Curzio

L’insistenza con la quale Francesco Forte continua a riproporre all’attenzione non solo del mondo accademico e agli economisti, ma agli operatori e alla cultura politica la figura di Ezio Vanoni “Economista pubblico” - come non per caso lo definisce nel suo libro antologico degli studi da lui fatti sull’opera e sulla politica del grande studioso e ministro delle Finanze - costituisce uno sforzo forse immane, ma per questo certamente da sostenere da parte della Critica Sociale, per decidere sui punti cardinali, di orientamento e di senso generale “repubblicano” per il governo e la società. Criterio di partenza di questa visione più ampia è che “l’economia pubblica è la scienza dell’Amore per la Patria” e, sotto questo profilo, Francesco Forte non esita a definire Vanoni , “l’ultimo esponente del Risorgimento italiano”.
Ancora poche settimana fa, organizzato dal Banca Popolare di Sondrio e dalla Società Economica Valtellinese, il libro su Vanoni è stato l’occasione di un nuovo dibattito, ospitato dal Presidente dell’Istituto di credito, Piero Melazzini, e coordinato dal prof. Alberto Quadrio Curzio (Università Cattolica di Milano e membro dell’ Accademia dei Lincei), con i professori...