Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 10
 
 


2009,
Numero 10

Il New Labour e la crisi della sinistra europea

BrigHtonMandelson, Miliband, Kinnock, Steven Twigg, Polly Toynbee, Fabian Society, Policy Network, Foreign Policy Centre, Compass
di Fabio Lucchini

Una rassegna dei contributi piů originali emersi dal tradizionale appuntamento annuale del partito laburista britannico. A nove mesi da una decisiva tornata elettorale, il New Labour, che ha innegabilmente rivoluzionato le concezioni alla base del riformismo europeo novecentesco, tenta di rilanciare le idee che lo hanno proposto per oltre un decennio come modello per tutte le forze di governo progressiste. Il reportage della Critica Sociale da Brighton


La conferenza annuale del Labour Party, che si č tenuta a Brighton dal 27 settembre al 1 ottobre, č stata l’occasione non solo per operare un tentativo di rilancio dell’agenda del partito di governo, ma anche per discutere del significato profondo della democrazia nelle societŕ contemporanee, della sempre piů complessa governance economica globale e del futuro delle politiche riformiste e progressiste. L’attivismo della miriade di think tank e associazioni legate al Labour rende infatti possibile che il tradizionale appuntamento autunnale della sinistra britannica travalichi il dibattito sulle questioni prettamente interne (e la democraticamente legittima vis polemica contro i rivali Tories) per aprirsi a questioni di portata globa...