Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 12
 
 


2009,
Numero 12

Indipendenza e responsabilità, binomio impossibile?

GiustiziaGiuliano Vassalli e il tentativo di regolare i rapporti tra magistratura e cittadini
di Giuliano Vassalli

Nel ricordare la figura di Giuliano Vassalli,recentemente scomparso, pubblichiamo la sua relazione alla legge per la “Responsabilità civile dei Magistrati”. La legge è stata presentata da Giuliano Vassalli allora Ministro di Grazia e Giustizia assieme a Emilio Colombo (Ministro del Bilancio) e Giuliano Amato (Ministro del Tesoro). Presentata il 1° dicembre 1987 si prefiggeva di regolamentare la responsabilità dei magistrati nel caso di un riconosciuto risarcimento di danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie. Tuttavia solo in pochissimi casi nel corso di questi anni la legge ha trovato applicazione

Il disegno di legge disciplina la materia della risarcibilità dei danni cagionati nell’esercizio dell’attività giudiziaria e la propone secondo questa duplice prospettiva: occorre riconoscere e tutelare il diritto del cittadino alla riparazione e quindi stabilire il corrispondente dovere dello Stato, nel contempo occorre riaffermare il principio per cui chi esplica attività in rapporto di servizio con lo Stato non può sottrarsi a responsabilità di natura risarcitoria. È necessario tuttavia, quanto ai magistrati, che il principio trovi contemperamento nella particolare po...