Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2012 >> Numero 1
 
 


2012,
Numero 1/2

Oddino Morgari. Il Psi apre ai “cattolici del dissenso”

I direttori dell’Avanti! dalla nascita al fascismo
di Dall'Avanti! Nuova Serie

La storia interna dell’Avanti! durante la direzione di Morgari, è priva di episodi di rilievo. È un periodo di transizione nella vita del partito. Il congresso è imminente e ognuno avverte la provvisorietà della posizione di Morgari, la cui corrente, portata alla testa del partito per un concorso di circostanze occasionali più che per la propria interna forza, è in via di dissolvimento, mentre i sindacalisti sono già di fatto fuori del partito e i riformisti preparano la loro riscossa. D’altra parte la condotta di Morgari non è tale da suscitare contrasti. L’Avanti! è tutto impegnato per seguire gli sviluppi delle lotte socialiste nel Paese, e soltanto alla vigilia del congresso l’integralismo di Morgari farà la sua comparsa sulle colonne del giornale ma in articoli pacati, anche se lunghi più del necessario, e privi di ogni punta polemica nei confronti degli avversari interni.
Il breve periodo della direzione di Morgari è però denso di avvenimenti di rilievo nella vita del Paese, che impegnano vivacemente il giornale. Nel febbraio entra in discussione alla Camera la mozione Bissolati per l’abolizione dell’insegnamento religioso nelle Scuole, e il giornale la sostiene vigorosamente...