Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2012 >> Numero 5
 
 


2012,
Numero 5/6

Credo che possa nascere la Cosa 3. I socialisti, ormai deboli, possono pungolare

Con l’operazione Avanti! si delinea una piattaforma da sviluppare
di Pieraldo Ciucchi

Naturalmente, non ho la pretesa di rappresentare il partito di cui sono dirigente, il PSI, ma, a titolo personale, condivido la proiezione che ci viene offerta dalla elaborazione teorica e anche dall’impostazione progettuale che Rino Formica ci propone da qualche tempo.
Ritengo che questa sua impostazione cominci a essere avvertita anche dal tessuto socialista piů generale, anche dal corpo dei militanti e dal corpo dei nostri elettori che, paradossalmente, guardano ancora a un pensiero socialista, a una simbologia socialista, a una proposta socialista.
Quando si vota nelle elezioni locali, ad esempio, raccoglie successi chi interpreta il pensiero, la tradizione, la proposta e anche un po’ la prospettiva socialista. E’ incredibile, ma nella rossa Toscana il PSI nelle due elezioni comunali, quelle dell’anno scorso e quelle di questo anno, votando in cittŕ come Carrara, Grosseto, Siena, Arezzo e Lucca risulta essere il secondo partito del centrosinistra. Naturalmente, se il giorno dopo le elezioni comunali si fosse votato per le elezioni politiche, sarebbe stata tutta un’altra storia, tutto un altro voto e il 14% raccolto a Carrara una chimera. Inoltre, presto non sarŕ piů possibile...