Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2012 >> Numero 5
 
 


2012,
Numero 5/6

Il mercato va sempre costruito. Insieme progetto politico e progetto editoriale

Il web è un supporto, ma in tutto il mondo l’avanguardia è la carta
di Riccardo Pugnalin

L’ordine del giorno oggi prevedeva di parlare di Avanti non posso però non iniziare ringraziare Rino per l’operazione di recupero dell’Avanti che ha fatto delle discussioni di questi giorni e non posso che ringraziare Stefano Carluccio e il gruppo storicamente legato all’autonomismo milanese socialista tenuto in piedi in questi anni duramente da lui, da Ugo Finetti e da Carlo Tognoli una famiglia a cui mi sento particolarmente legato.
Dopo questi ringraziamenti due parole di Tommaso Greco che mi danno subito lo spunto di riprendere. Le provocazioni sue sono assolutamente corrette perché tentano di coniugare quelle che sono ormai delle esigenze soprattutto sentite dalle nuove generazioni. Nel mondo editoriale la comunicazione, tenere insieme il mercato e la politica - uso la parola mercato in un contesto dove è anche difficile tenerla insieme rispetto a quello che è il nostro progetto politico - e a delle effervescenze, delle forze, delle energie militanti che guardano ancor prima che alla tecnicalità alle forme, alla metodologia della comunicazione, al cuore dell’obiettivo fondamentalmente politico però devo peraltro dire che Tommaso pur buttando un sasso nello stagno assolutamente...