Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2012 >> Numero 5
 
 


2012,
Numero 5/6

Cultura politica e politica culturale. Aprirsi al mondo dell’arte e delle professioni

Non un bollettino, ma produzione e confronto di idee
di Stefano Pizzi

Chi si vuole impegnare nel progetto del nuovo Avanti! ritiene in che l’aspetto telematico rivesta importanza primaria. Oltre che a livello redazionale, l’importanza delle nuove tecnologie si riflette in ambito organizzativo. Mi spiego: ognuno di noi ha un bacino di utenza di amici, ascoltatori, ex compagni simpatizzanti, ex elettori vastissimo e quindi ognuno di noi ha una mailing list on line che è molto ampia; più che puntare subito all’azionariato popolare, proporrei, proprio seguendo la logica di Rino Formica, che vuole raggiungere non solo socialisti, ma anche comunisti, cattolici e liberali, di impegnarci per raggiungere chiunque possa essere interessato al confronto. Un’utenza variegata e informata. Mi riferisco, ad esempio, a tutta quella fascia di intellettuali milanesi che frequentavano il club Turati, il club De Amicis, che frequentavano il Mondolfo e che oggi non sono iscritti al Partito Socialista né al Partito Democratico. Sono sparsi, orfani, molti sono professori, molti sono persone che si occupano di editoria, e penso siano raggiungibili e che possano essere i soggetti più interessati alla nostra impresa. Questo perché non interessa fare un Avanti! che riporti minu...