Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2012 >> Numero 11
 
 


2012,
Numero 11

Perché è morto Falcone? Fermata l'indagine sul riciclaggio Mafia-Mosca

1999 - Numero 10
di Giancarlo Lehner

Visto che una recente interrogazione parlamentare di An ha sollevato il problema, mi pare giusto, rinunciando all'effetto sorpresa di un mio libro in preparazione, riferire alcuni dati sull'evento ferale che ha deciso la storia di questi ultimi anni.
Dopo la morte di Giovanni Falcone, le “Izvestia” del 26 maggio 1992 collegano immediatamente la strage di Capaci con l'inchiesta del procuratore russo Valentin Stepankov sui boss comunisti dell'Urss, i partiti fratelli e la mafia siciliana. E' bene spiegare in sintesi il perchè di tale collegamento. Dopo il crollo del Pcus, gli investigatori della Russia democratica scoprono che il “tesoro” del Pcus è letteralmente sparito: in luogo degli accertati 707 miliardi di rubli vengono rinvenuti solo pochi spiccioli. Come era stato possibile, in pochi mesi, far sparire una cifra così ingente? Semplice. Attraverso i partiti fratelli e i contatti mafiosi internazionali (nel Pcus regionale, quello dell'Azerbaigian, dell'Uzbekistan,etc e finanche nel CC del Pcus, il legame mafioso era organico e istituzionalizzato), il partito comunista sovietico aveva certamente inviato gran parte di quei fondi all'estero. Gli investiga...