Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 6
 
 


2001,
Numero 6

VERSO IL SECONDO CONGRESSO STRAORDINARIO

di Paris Dell'Unto

Al congresso del 19 gennaio tenutosi a Milano, non abbiamo concluso con l'individuazione di tutti i membri del Consiglio Nazionale. Non l'abbiamo fatto perché sapevamo di avere qualche problema: in qualche regione non si erano conclusi i lavori del tesseramento, non si era trovata l'intesa, non si era fatto il Congresso Regionale come si sarebbe dovuto, per cui la Commissione Verifica Poteri non concluse il Congresso con l'individuazione dei membri del Consiglio Nazionale. E il Congresso approvò una risoluzione in cui diede mandato alla Commissione Verifica Poteri formata da nove compagni, il sottoscritto ed altri otto, di lavorare per concludere l'individuazione dei membri del Consiglio Nazionale il quale doveva essere formato così decidemmo al Congresso di Milano per il 75% da membri individuati dai partiti regionali nella misura di un membro ogni duecento iscritti, e per il 25% da una quota al centro. La Commissione Verifica Poteri si è riunita parecchie volte ma non è stata in grado di concludere lavori di questo genere per cui non abbiamo mai avuto completamente a disposizione i membri del Consiglio Nazionale. Con l'andare del tempo, tenendo presente che nel frattempo c'erano...