Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2001 >> Numero 1
 
 


2001,
Numero 1

UN NUOVO SPIRITO NAZIONALE

di Roberto Palleschi

La linea da noi adottata sulla questione di mani pulite e della falsa rivoluzione giudiziaria appare sempre di più insufficiente. Non possiamo continuare a ripetere il memorabile discorso di Craxi in Parlamento dicendo che era il sistema, il sistema che si sosteneva così e noi abbiamo partecipato a quel sistema, anche con la domanda retorica 'chi si chiama fuori alzi la mano'. Non basta più perché noi possiamo dire e fare qualsiasi cosa che nell'animo popolare c'è sempre la riserva 'ma voi siete il partito delle tangenti l'avete anche riconosciuto'. E allora questa linea che è una linea di difesa non va bene o perlomeno è largamente insufficiente. Come stanno i fatti? I socialisti al governo insieme con la Democrazia Cristiana hanno assicurato al Paese quarant'anni di sviluppo democratico e civile. I socialisti al governo con la Democrazia Cristiana hanno fatto dell'Italia un bastione della difesa dell'Occidente. Contro di noi si sono scatenati e si erano scatenati fin dall'inizio i comunisti, forti dell'aiuto imponente e finanziario dell'Unione Sovietica tramite il Kgb. Che dovevano fare le forze democratiche? Che doveva fare il gruppo dirigente del Partito Socialista? Arrendersi,...