Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >> 
 
 

Critica Sociale - Newsletter
Condividi su Facebook Condividi su Twitter CriticaTV
Archivio Storico: la collezione di Turati 1891-1926 (per Abbonati)
Archivio Newsletter: leggi tutte le newsletter
Paura del Nucleare, un paradosso
foto Un intervento del rappresentante italiano nel Comitato Fissione nucleare della Commissione Europea
IL TERREMOTO GIAPPONESE PROVA
CHE LA TECNOLOGIA E' SICURA


di Piero Risoluti - Quello che è successo alla centrale di Fukushima si presta a due chiavi di lettura: una tecnica ed una politica. Tecnicamente, è stato dimostrato che la cosiddetta difesa in profondità, realizzata attraverso l'interposizione di barriere protettive frapposte tra il nocciolo del reattore e l'ambiente esterno, ha funzionato. Infatti tali barriere hanno resistito ad un sisma che è risultato perfino tre volte superiore a quello di progetto, ed è stato per magnitudo il V° di tutti quelli finora conosciuti e registrati. Anche i sistemi di refrigerazione sono rimasti sostanzialmente funzionanti. Ciò fino a che non è intervenuta la colossale onda di maremoto, la quale però a sua volta non ha compromesso i sistemi di difesa dell'isola nucleare: semplicemente ha messo fuori uso i diesel di emergenza, ed è stato questo che ha determinato, con la mancanza di refrigerazione del nocciolo e delle piscine di stoccaggio, la crisi delle strutture ed i conseguenti rilasci all'ambiente. Sarebbe bastato che tali sistemi fossero stati collocati, come avviene nelle centrali di ultima generazione, in locali a tenuta stagna, perché inconvenienti molto gravi alle centrali sarebbero stati evitati.

Piero Risoluti è attualmente l’esperto nazionale italiano nel Comitato Fissione Nucleare
della Commissione Europea. Ha diretto in passato la speciale Task Force dell’ENEA
per il Deposito Nazionale dei materiali radioattivi. È stato membro di vari
Comitati internazionali e dal 2004 al 2007 è stato distaccato presso l’Agenzia Internazionale
dell’Energia Atomica delle Nazioni Unite. Ha pubblicato: I rifiuti radioattivi
in tribunale. Il caso Lippolis (Roma, 2002) e, nelle nostre edizioni, I rifiuti nucleari.
Sfida tecnologica o politica? Come il mostro è finito in prima pagina (2003), tradotto
in inglese con il titolo Nuclear Waste. A technological and political challenge (Berlin-
Heideberg-New York, 2004).
Collabora con il comitato scientifico dela Fondazione Riformismo e Libertà presieduta da Fabrizio Cicchitto e Francesco Forte 



Al link dal titolo č disponibile il Pdf in lingua inglese del documento
L'ANALISI DI ISIS. LE IMMAGINI
DAI SATELLITI DI FUKUSHIMA


L'ISIS (Institute for Science and International Security) ha raccolto i dati per capire meglio i rilasci di radiazioni atmosferiche, a terra, e nei venti di livello, dei casi di radiazioni senza alcun controllo rilasciati in atmosfera dai reattori nucleari Daiichi Fukushima. Le letture delle radiazioni a terra e nella direzioni del vento di livello sono ricavate dal sito web TEPCO. ISIS non ha potuto convalidare le informazioni TEPCO, ma i dati sembrano sufficienti per condurre ad alcune analisi nella definizione del contenuto dei comunicati. Utilizzando queste informazioni, ISIS ha cercato di capire il destino dei rilasci e di determinare se le stazioni di monitoraggio delle radiazioni intersecano il pennacchio di materiale radioattivo rilasciato. ISIS si dichiara disponibile ad accogliere ogni utile input per aggiornare le proprie analisi. Al link dal titolo è disponibile il Pdf in lingua inglese del documento elaborato dall'ISIS, con le immagini satellitari della centrale di Fukushima.


www.criticasociale.net - iscriviti online agli aggiornamenti
CRITICA SOCIALE
Rivista fondata nel 1891 da Filippo Turati
Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

Direttore responsabile: Stefano Carluccio

Reg. Tribunale di Milano n. 646 del 8 ottobre 1948
edizione online al n. 537 del 15 ottobre 1994

Editore
Biblioteca di Critica Sociale e Avanti!
Centro Internazionale di Brera
via Marco Formentini 20121 - Milano