Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >> 
 
 

Critica Sociale - Newsletter
Condividi su Facebook Condividi su Twitter CriticaTV
Archivio Storico: la collezione di Turati 1891-1926 (per Abbonati)
Archivio Newsletter: leggi tutte le newsletter
Fondazione Anna Kuliscioff - Milano
foto Da oggi fino al 4 marzo al Museo del Risorgimento
"L'AVANTI DELLA DOMENICA",
IL PRIMO DOMENICALE ITALIANO
(leggi il saggio di Paolo Bolpagni,
curatore della mostra)


Viene inaugurata quest'oggi a Milano, nella sede del Museo del Risorgimento - Palazzo Moriggia (via Borgonovo 23) la mostra dedicata all' "Avanti della Domenica - Una rivista nella Belle Époque" a cura di Paolo Bolpagni.

La mostra che sarà aperta da domani 7 febbraio e sino a 4 marzo è promossa - con il patrocinio del Comune di Milano - dalla Fondazione Kuliscioff presieduta da Walter Galbusera, con il Laboratorio di Storia Moderna e Contemporanea del Museo del Risorgimento e il Centro culturale Novecento.

Supplemento culturale del quotidiano “Avanti!”, l'Avanti della Domenica fu tra il 1903 e il 1907 un settimanale innovativo e sperimentale nella grafica e nei contenuti. Siamo in quel primo decennio del Novecento che coincide con l’epoca giolittiana: la belle époque di un’“Italietta” borghese e progressista, che fu protagonista di grandi conquiste economiche e sociali, e conobbe il primo autentico incremento del benessere collettivo.
Sull’“Avanti della Domenica” (nato in diretta concorrenza con la “Domenica del Corriere”) scrivevano letterati e giornalisti come Margherita Sarfatti, Giovanni Cena, Edmondo De Amicis, persino Gabriele d’Annunzio. E le copertine erano firmate da talenti artistici spesso allora giovanissimi: Boccioni, Sironi, Baccarini, Cambellotti, Dazzi, Sacchetti… Tutti sotto la guida del coraggioso Vittorio Piva, nominato direttore a ventott’anni.
La mostra, curata da Paolo Bolpagni (già autore del libro L’arte nell’“Avanti della Domenica” 1903-1907, pubblicato dall’editore Mazzotta nel 2008) al Museo del Risorgimento, ripercorre la breve ma vivacissima esistenza della rivista attraverso quaranta copertine, scelte fra le più rappresentative e originali: tra illustrazioni liberty, disegni satirici, caricature, anticipazioni futuriste, opere vicine al tardo Naturalismo o al Simbolismo, esempi di “arte sociale”.
Nella sua varietà e apertura d’interessi, l’“Avanti della Domenica” fu capace di competere alla pari con le migliori espressioni della grafica europea d’inizio secolo, dalla bavarese “Jugend” alla francese “Assiette au Beurre”: l’affermazione di una via tipicamente italiana all’illustrazione belle époque.
I numeri dell’“Avanti della Domenica” sono prestati dalla Fondazione Anna Kuliscioff di Milano, che dispone della più completa collezione del settimanale. Completano l’esposizione altri documenti e giornali dell’epoca.
La mostra è accompagnata dal libro Arte, socialità, politica. Articoli dell’“Avanti della Domenica” 1903-1907 di Paolo Bolpagni (edizione Fondazione Anna Kuliscioff - EDIFIS).

 

La Fondazione Kuliscioff

La Fondazione Anna Kuliscioff di Milano è nata nel 1993 con scopi di raccolta, studio e ricerca. Il materiale conservato proviene in larghissima parte dalla biblioteca e dalla collezione privata di Giulio Polotti (Milano, 1924-1999), bibliofilo, creatore della Fondazione stessa e presidente della Società per la pace e la Giustizia Internazionale.
Il patrimonio della Fondazione Kuliscioff comprende circa 40.000 libri, 10.000 numeri originali di giornali e riviste, oltre 15.000 opuscoli, e inoltre fotografie, cartoline, monete, medaglie, cimeli e manifesti. Tutti questi materiali riguardano principalmente i seguenti temi:
- il movimento operaio e sindacale dalle origini a oggi
- la storia del socialismo italiano ed europeo
- il fascismo e l’antifascismo
- la Resistenza e la Repubblica Sociale Italiana
- le origini e la storia dei movimenti di emancipazione femminile
- l’internazionale comunista e il PCI



www.criticasociale.net - iscriviti online agli aggiornamenti
CRITICA SOCIALE
Rivista fondata nel 1891 da Filippo Turati
Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

Direttore responsabile: Stefano Carluccio

Reg. Tribunale di Milano n. 646 del 8 ottobre 1948
edizione online al n. 537 del 15 ottobre 1994

Editore
Biblioteca di Critica Sociale e Avanti!
Centro Internazionale di Brera
via Marco Formentini 20121 - Milano