Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >> 
 
 


Cinque referendum sulla Merkel
foto Europa al voto
IL RIGORE TEDESCO
RISCHIA LA SFIDUCIA POPOLARE


Bernd Ulrich, vice-direttore del settimanale tedesco Die Zeit, evidenzia come le prossime cinque elezioni europee possano trasformare profondamente la Germania. In primo luogo, il voto regionale che si terrà nella Repubblica Federale dirà se la più potente leader d'Europa ha ancora la possibilità di conservare le redini del potere. Ma per la Germania anche le elezioni di domenica prossima in Grecia avranno un'importanza cruciale. Se i greci eleggeranno un parlamento contrario all'austerity e al risanamento delle finanze, l'accordo concluso fra l'Europa e la Grecia potrebbe saltare. La politica europea della Merkel dovrà fare i conti ovviamente con la Francia, dove pare probabile l'affermazione di Hollande, grande critico della politica del rigore tedesco. Infine, le elezioni che si svolgeranno nei Paesi Bassi decideranno la sorte del capo del governo, Mark Rutte, uno dei partner più affidabili della Merkel. L'Europa è ancora disposta ad accettare la linea della Cancelliera? La risposta alle urne.


Garofani e rose fioriranno?
ELEZIONI A MAGGIO

Come nota Felice Besostri, nonostante la ben diversa attenzione che le circonda, le due imminenti elezioni regionali tedesche nello Schleswig-Holstein e in  Nordrhein-Westfalen rivestono la medesima importanza  di quelle presidenziali francesi. Come le elezioni greche, queste consultazioni rappresentano un voto di fiducia sull'operato di Frau Merkel e la sua politica europea (e di Sarkozy). Le previsioni sui risultati che potranno uscire delle urne non invitano certo all'ottimismo i due alfieri dell'asse Berlino-Parigi.




www.criticasociale.net - iscriviti online agli aggiornamenti
Direzione
Rino Formica, Stefano Carluccio (d.resp.)

Editore
Critica Sociale

20100 Milano - Critica Sociale via Formentini 10, Brera.
Amministrazione: Giornalisti Editori, via Benefattori dell'Ospedale 24