Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2012 >> Numero 1
 
 


2012,
Numero 1/2

Urgente una svolta autentica

Avanti! raccoglie l’appello del presidente Napolitano
di Ugo Finetti

Non si tratta di fare operazioni di “riposizionamento sul mercato”, ma intendiamo non disperdere un patrimonio, tutelare testate, difendere una storia, una memoria, una realtà. Soprattutto vogliamo anche creare un punto di confronto, di riaggregazione, di unificazione socialista e riformista rivolto in diverse direzioni e rispettando le storie personali, le scelte fatte.
Oggi, a vent’anni dalla “rivoluzione Mani Pulite”, siamo di fronte ad un momento di riflessione critica ed autocritica generale, ad un “punto e a capo” dove si può riprendere un cammino in comune e soprattutto non in una dimensione unilaterale, non “integralista” (guardando soltanto alla nostra storia di partito in termini, per usare l’espressione di Rino Formica, di “nano socialismo” e di “uso simoniaco delle reliquie”).
Qui vengo al rapporto con la componente di tradizione comunista che ha animato una prospettiva di sbocco “riformista”.
Noi siamo molto interessati perché questo significa anche fare una riflessione comune su quello che è il passato – le ragioni ed il pluralismo della sinistra italiana - e soprattutto contestare letture sbagliate che sono state date e che sono prevalse sulla storia italiana inducen...