Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2012 >> Numero 8
 
 


2012,
Numero 8

Cede l'economia, cede lo Stato, cedono gli uomini

1995 - Numero 1
di Bettino Craxi

Intervista a Craxi “Siamo al capitolo finale, è urgente una via d'uscita”

Esaurite le centodiecimila copie del “Caso C.” è da qualche giorno in libreria “Il capitolo finale” una raccolta degli ultimi interventi di Bettino Craxi scritti e pronunciati in Parlamento e all'interno degli organismi dirigenti del PSI mentre la “rivoluzione italiana” era nel pieno del suo furore distruttivo. Si tratta dunque di riflessioni in presa diretta con il crollo della prima Repubblica e del sistema dei partiti. La Critica Sociale ha voluto raccoglierle e pubblicarle nella collana dei “Quaderni”, per l'attualità che molte delle analisi di Craxi svolte nel pieno della crisi hanno per seguire un filo razionale di comprensione degli avvenimenti odierni.

La Lega è stata protagonista della cosiddetta seconda repubblica, da cui intende ottenere il lasciapassare per una secessione del Nord. Finora, nonostante le minacce di uso della violenza, niente di tutto questo sta accadendo. Che sbocco può avere?
La Lega aveva un comparto paramilitare, il dott. Bossi quando usava termini bellici non lo faceva a caso. Pulcinella ridendo dice la verità. Poi i salotti buoni, e i finanzi...