Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2009 >> Numero 11
 
 


2009,
Numero 11

“L’Armata Rossa ha ingannato gli Alleati”

DocumentiW. Churchill a Fulton (’46) mette in guardia gli Usa. Ma solo Kennedy lo prese sul serio
di Winston Churchill e John F. Kennedy

Pubblichiamo a chiusura del numero, due documenti di grande valore storico ( Churchill a Fulton nel ’46 e Kennedy a Berlino nel ’63) e una testimonianza. Possono nuovamente essere facilmente disponibili alla rilettura per una riflessione di ciò che è stato il confronto tra la democrazia e il totalitarismo comunista, le difficoltà iniziali a comprenderne la vera natura anche in occidente e la sottovalutazione che subì chi, vedendo lontano, metteva in guardia il mondo libero dai pericoli che incombevano. Sono documenti interessanti anche per ribadire come i valori occidentali di libertà siano stati senza riserva alcuna difesi sia da leader politici conservatori che progressisti, laddove, nel discordo di JFK a Berlino si coglie il senso della sua Nuova frontiera, come rivolta all’estensione della democrazia verso Est, verso le capitali e i popoli di grande civiltà europea e cristiana” che già Churchill denunciava sottratti loro malgrado e con l’inganno all’interno della “sfera sovietica”.
Le cose oggi non sembrano né animate, né indirizzate secondo questa tradizione identitaria. Vedremo le conseguenze del riflusso verso i diritti umani che sembra aver contagiato gran parte dei gove...